Svolta in Arabia Saudita: anche le donne potranno guidare. Ma il provvedimento entrerà in vigore solo da giugno 2018

dalla Redazione
Mondo

A noi parlare di “svolta” pare eccessivo, ma questo è. In Arabia Saudita, unico paese in cui era vietato, anche le donne potranno guidare.

Il re Salman bin Abdulaziz al Saud ha firmato un decreto che permette loro di mettersi al volante di un’auto. Ma non da subito: il decreto entrerà infatti in vigore a giugno 2018. Nel frattempo per ordine dello stesso re, è stata istituita una Commissione formata da rappresentanti dei ministeri degli Affari interni, delle Finanze, dello Sviluppo sociale e del Lavoro per esaminare le misure necessarie per l’attuazione del provvedimento. La decisione arriva dopo le ripetute critiche dalla comunità internazionale per le violazioni dei diritti umani, compresa proprio la discriminazione contro le donne. Nel 2013, Salman bin Abdulaziz al Saud ha nominato 30 donne al Consiglio Shura – il suo organo consultivo più importante – mentre nel 2015 le donne hanno potuto votare ed essere elette alle elezioni municipali.

Donald Trump, lo ha definito un “passo in avanti positivo”. “Il presidente – ha dichiarato la Casa Bianca in un comunicato – saluta positivamente la decisione del regno saudita di autorizzare le donne a guidare nel regno”. Si tratta di “un’avanzata positiva per la promozione dei diritti delle donne” nel paese.