Tragedia nei cieli della Colombia. Un aereo si schianta con 81 persone a bordo: sul volo c’era la squadra di serie A brasiliana

dalla Redazione
Mondo
Real Chapecoense

Un disastro aereo in Colombia ha sterminato un’intera squadra di calcio della serie A brasiliana, il Chapecoense, esempio di programmazione. Che era pronta a giocare la partita più importante della sua storia dopo una strepitosa risalita dalle serie minori. Il destino ha voluto un epilogo atroce: l’incontro di calcio, la finale di Coppa Sudamericana, l’equivalente dell’Europa League, non ci sarà mai.

A bordo dell’aereo c’erano in totale 81 persone, compreso 9 componenti dell’equipaggio. Solo solo 5 i sopravvissuti. Il volo era partito da San Paolo in Brasile ed era diretto a Medellin, in Colombia, quando è scomparso dai radar, facendo subito pensare al peggio. Il pilota ha cercato l’atterragio di emergenza, ma non è riuscito a evitare la strage. Appena localizzato il luogo del disastro, una zona montagnosa non lontano da Medellin, sul posto sono arrivati i mezzi di soccorso.

“Secondo le autorità, la polizia nazionale è arrivata sul posto mobilitando tutto l’aiuto possibile, dal momento che sei persone sono sopravvissute”, ha riferito immediatamente il Jose Maria Cordova International di Rionegro, uno degli aeroporti più importanti della Colombia. Come se non bastasse, le ricerche sono state complicate dal maltempo che ha colpito la zona. L’aereo, un British Aerospace 146, sarebbe precipitato per la mancanza di carburante, ma gli investigatori stanno cercando di raccogliere tutti gli elementi necessari a fare chiarezza sull’incidente. Pare infatti che il carburante sia stato scaricato proprio per provare l’atterraggio, resosi necessario per disfunzioni elettriche al velivolo. Un problema segnalato all’aviazione civile. Nella ricostruzione delle ultime ore, c’è comunque una certezza: il volo aveva fatto scalo in Bolivia.

“È una tragedia di proporzioni enormi”, ha subito commentato il sindaco di La Ceja, Elkin Ospina. I calciatori della Chapecoense si stavano trasferendo a Medellin per disputare la finale di Coppa Sudamericana, l’equivalente dell’Europa League, in programma contro l’Atletico Nacional: le autorità sportive hanno immediatamente disposto la cancellazione del match. Il club era stato protagonista di un’incredibile ascesa nel calcio brasiliano: dalle serie minori fino al massimo campionato, tanto da ritagliarsi un posto nelle Coppe sudamericane. Ma il sogno si è purtroppo finito in tragedia. Con un’ulteriore amarezza: la squadra ha preso quel maledetto aereo dopo un cambiamento disposto dalle autorità: la società non ha potuto così far ricorso al volo charte inizialmente previsto. La Federazione del calcio sudamericana, Conmebol, ha annullato tutte le attività a causa della sciagura aerea avvenuta in Colombia.