Trump ironizza sul clima: “Agli Usa farà bene un po’ di riscaldamento globale”. Ira dei democratici: “Un bambino che odia l’ora di scienze”

dalla Redazione
Mondo
Trump

Chissà se è l’ultima sparata dell’anno. Di sicuro, ha fatto rumore. Levata di scudi dei democratici Usa di Camera e Senato contro il tweet in cui il presidente Donald Trump ha detto che al North East – investito da un’ondata di freddo glaciale – potrebbe essere utile “un po’ di buon vecchio riscaldamento globale”, irridendo così alle politiche sul clima della passata amministrazione che lui ha interrotto ritirando gli Stati Uniti dagli accordi di Parigi.

Un cinguettio che sembra scritto “da un bambino che odia l’ora di scienze”, ha aperto il fuoco delle la senatrice Elizabeth Warren che, ricordando che l’America, in qualità di uno dei principali inquinatori del pianeta, ha “l’obbligo morale” di combattere i cambiamenti climatici.

“È imbarazzante.  È chiaro che i fatti non la interessano, ma c’è un nuovo rapporto sul clima della sua amministrazione che afferma che i cambiamenti climatici sono provocati da fattori umani”, è stata la replica, sempre via Twitter, del senatore Sheldon Whitehouse, che insieme a Kamala Harris (altra senatrice democratica) esorta città e stati ad agire di fronte l’inazione dell’amministrazione democratica. “O Donald Trump non capisce la scienza che spiega i cambiamenti climatici – il tweet al vetriolo del deputato Ted Lieu -, o sta intenzionalmente ingannando il popolo americano”.