Un marziano nei rifiuti fino al collo

Dalla Redazione
Roma

Dalla Redazione

Sono giorni di tribolazione per Ignazio Marino. Il sindaco di Roma continua ad essere sotto attacco per il degrado che investe la Capitale. Dopo Bruno Vespa (che ieri da Sanpietroburgo aveva tweettato il suo imbarazzo per le condizioni della Capitale italiana) oggi è arrivata anche la stangata dell’archistar Massimiliano Fuksas che ha pubblicato una foto sulla drammatica situazione di via Ostiense con i rifiuti sparsi per strada. “Via Ostiense 50. Vespa ha torto? Senza commento” ha scritto Fuksas per commentare lo scatto. Marino tenta di difendersi strenuamente dagli attacchi. Ieri aveva invitato Vespa a restarsene in Russia.

Per il sindaco l’emergenza rifiuti è colpa delle precedenti amministrazioni perché “Da cinquant’anni nulla è stato fatto per togliere a un monopolista privato la gestione dei rifiuti che era basata su una grande buca dove veniva buttato di tutto, dal materasso al frigorifero”. Dichiarazioni che hanno fatto arrabbiare l’establishment del Pd romano, visto che (prima della parentesi di Alemanno) Roma era stata governata da due sindaci di sinistra, Francesco Rutelli e Walter Veltroni. Tensioni, quelle nella sinistra capitolina, che continuano a crescere. Il primo cittadino è osteggiato soprattutto da un’ampia parte del Pd che cerca in ogni modo di farlo cadere. Non sono escluse sorprese.

Loading...