Via libera in Commissione Giustizia alla proposta di legge che ridisegna il reato di voto di scambio politico-mafioso. Il testo lunedì in Aula alla Camera

dalla Redazione
Politica

Via libera in commissione Giustizia della Camera, presieduta da Giulia Sarti (M5S), alla proposta di legge che ridisegna il reato di voto di scambio politico-mafioso. Il provvedimento passa ora all’esame dell’Aula dove approderà lunedì prossimo. “Il testo – spiega la Sarti – è migliorato anche grazie alle modifiche introdotte in base alle quali chi prende i voti dai mafiosi rischia una condanna fino a 15 anni di carcere. Seguendo anche le indicazioni degli esperti auditi, tra i quali ricordo il procuratore nazionale Antimafia Cafiero De Raho, abbiamo apportato alcune modifiche al testo approvato in Senato”. E’ stato reintrodotto reintrodotto “oltre all’appartenenza all’associazione mafiosa, anche le modalità mafiose”, per rendere più efficiente l’applicazione della legge.