Vicenza, tiro al piccione dal balcone. Uomo spara dal terrazzo e ferisce un operaio di origine capoverdiana che lavorava su un ponteggio

dalla Redazione
Cronaca

Pistoleri fuori controllo. Anche Vicenza ha il suo. Si tratta di un uomo che, dal terrazzo di casa sua, ha sparato contro un operaio di origine capoverdiana che lavorava su un ponteggio. I fatti sono stati raccontati oggi dal Giornale di Vicenza è avvenuto ieri nel paesino Cassola, nel Vicentino.

L’operaio che lavora per una ditta di impianti elettrici si trovava a circa sette metri d’altezza, su una pedana mobile, quando è stato raggiunto dal colpo. Subito dopo ha avvertito dolore alla schiena che ha iniziato a sanguinare, ed è stato portato all’ospedale San Bassiano.

Le indagini dei carabinieri hanno fatto luce sul punto da dove è partito il colpo. I militari hanno trovato anche pallini di piombo  sul balcone di un’abitazione privata al cui interno sono state trovate munizioni e una carabina, dalla quale è partito il colpo che ha ferito l’operaio. Lo sparatore è stato denunciato per lesioni personali aggravate ed esplosioni pericolose. L’uomo ha dichiarato che il colpo era diretto a un piccione. Nell’appartamento non vi sarebbero elementi tali da far presupporre che dietro al suo gesto vi siano motivazioni razziste.

Un episodio del genere era avvenuto a Roma qualche giorno fa dove a essere ferita gravemente era stata una bambina di un anno di origine rom. Con tanto di indignazione da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ieri ha sottolineato che l’Italia non può essere un Farwest.