Zingaretti non teme di schiantarsi: “Occorre una visione per il futuro”. Come al solito nel Pd la ricetta la scoprono quando non sono più al Governo

dalla Redazione
Politica

Al voto, al voto. Anche a costo di schiantarsi? Domanda legittima se a invocare le urne è il Pd di Nicola Zingaretti, che, se le Politiche si tenessero oggi rimedierebbe solo un’altra sonora batosta. “I ‘complici e alleati’ Salvini e Di Maio litigano su tutto ma non mollano le poltrone – esordisce -. Il prezzo di questa paralisi è drammatico e lo pagano gli italiani. Servono lavoro, investimenti, infrastrutture, incentivi alle imprese, una politica estera degna e l’aumento dei salari”. Un aumento che il Pd sta bloccando in Parlamento con la proposta Nannicini che lancia il salario minimo senza salario minimo: non prevede, infatti, alcuna soglia. “Occorre una visione per il futuro”, aggiunge Zingaretti. Come al solito nel Pd la ricetta la scoprono quando non sono più al Governo.