Civitanova Marche, 66enne colpita con un bastone e uccisa a coltellate. In manette l’ex marito

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ha colpita prima con un bastone, poi con un coltello da cucina. La vittima, una donna di 66 anni, è stata uccisa a coltellate per strada, a Civitanova Marche, dall’ex marito, un 76enne dal quale si era separata. L’uomo è stato bloccato poco dopo dai Carabinieri ed è accusato di omicidio volontario. Secondo la ricostruzione, l’aggressione sarebbe avvenuta poco dopo le tre del mattino in via Mameli. Maria Pia Vigoni, questo il nome della donna uccisa, era uscita di casa molto presto per andare al mercato ittico di Civitanova, dove lavorava. Dopo aver percorso pochi metri in bicicletta, è stata bloccata e costretta a scendere dall’ex marito, Graziano Palestini, che dopo una breve discussione l’ha colpita  al volto e al corpo, prima con un bastone e poi con un grosso coltello da cucina. Ad avvertire le forze dell’ordine sono stati alcuni vicini, allarmati dalle grida della della donna. Sembrerebbe l’ennesimo caso di femminicidio ma Catia, una dei tre figli di Graziano Palestrini e Maria Pia Vigoni, sembra prendere le parti del padre: «Non è un caso di femminicidio, è un caso di disperazione – spiega – Mio padre era vessato. Mia madre se ne era andata di casa, lo pressava, lui era disperato”. Secondo quanto rivela la donna, i  due litigavano lite da tempo per questioni economiche legate alla causa di separazione.