Apertura con il segno meno per la Borsa di Milano (-0,4%). Pesano Stm, Prysmian e bancari. Lo spread in rialzo a 277 punti

dalla Redazione
Economia

Apertura con il segno meno per la Borsa di Milano. A Piazza Affari, dopo un avvio positivo, l’indice Ftse Mib segno il -0,4% a 20.789 punti dopo il rialzo dello spread fra Btp e Bund a quota 277 punti base. Cedono Stm (-2,18%), Prysmian (-1,82%). Male i bancari: Banco Bpm (-1,9%), Ubi Banca (-1,51%), Poste (-0,9%), Unicredit (-0,86%) e Intesa (-0,6%). L’incertezza sulla guerra dei dazi frena i titoli automobilistici: Pirelli (-1%), Fca (-0,85%) e Ferrari (-0,76%). In controtendenza Pininfarina (+1,72%). Positive anche Amplifon (+1,31%), Campari (+0,49%) e, tra i titoli a minor capitalizzazione, Tiscali (+9,93%).