Caso Consip, sette richieste di rinvio a giudizio per la fuga di notizie. Rischiano il processo anche l’ex ministro renziano Lotti e i generali dei Carabinieri Del Sette e Saltalamacchia

dalla Redazione
Cronaca

La Procura di Roma, nell’ambito dell’inchiesta bis sulla fuga di notizia del caso Consip, condotta dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal pm Mario Palazzi, ha notificato 7 richieste di rinvio a giudizio a carico di altrettanti indagati. Nell’elenco compaiono i nomi dell’ex ministro renziano dello Sport, Luca Lotti, con l’ipotesi di reato di favoreggiamento, dell’ex comandante generale dei carabinieri, Tullio Del Sette, con l’ipotesi di rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento,  e del generale dell’Arma, Emanuele Saltalamacchia, anche lui per favoreggiamento. La stessa richiesta è stata formalizzata anche a carico di Carlo Russo, Filippo Vannoni, Alessandro Sessa e Gianpaolo Scafarto.