Disastro Salvini. Dalla crisi di Governo la Lega ha perso 5 punti percentuali. Salgono Pd e M5S

dalla Redazione
Politica

La Lega perde consensi dopo la crisi di Governo voluta dal suo leader Matteo Salvini: dal 30 luglio il crollo è di ben cinque punti percentuali, sotto anche al risultato delle scorse Europee. Crescono invece il M5s e il Partito democratico. Mentre per quanto riguarda il futuro, il 62% degli elettori del Partito democratico e il 43 di quelli dei 5 stelle sono a favore del governo giallorosso. Secondo il sondaggio Winpoll per il Sole 24 Ore, è il Carroccio a risentire più degli altri partiti della decisione di spaccare l’alleanza gialloverde. E proprio l’idea di riaprire il fronte tra grillini e leghisti ha pochissimi sostegno nei rispettivi elettorati delle forze politiche.

La Lega è data in calo al 33,7 per cento. Se alle Europee il Carroccio ha registrato il 34,3% dei consensi, nel sondaggio del 30 luglio era stimata al 38,9%. Mentre M5s “recupera rispetto al sondaggio di luglio e il Pd conferma la crescita che si era già manifestata negli ultimi mesi”, spiega Roberto D’Alimonte al Sole 24 ore. Ma, viene spiegato “né l’uno né l’altro beneficiano significativamente del calo della Lega. In proporzione lo fa più Fdi”. Dal sondaggio emerge che nelle intenzioni di voto al 25 agosto il Pd riscuote il 24% dei consensi “in aumento di o,7 di punto rispetto alla rilevazione del 30 luglio e di 1,3 punti rispetto al risultato delle Europee”. Il consenso del M5s è “nelle intenzioni di voto al 25 agosto del 16%, in ripresa di 1,8 punti percentuali rispetto al sondaggio del 30 luglio, ma sotto di mezzo punto rispetto alle Europee”.

Loading...