Domani la Giunta delle immunità del Senato si occuperà del caso Gregoretti. Salvini rischia di finire sotto processo per sequestro di persona, ma lo rifarebbe. “Orgoglioso di aver difeso i confini del Paese”

dalla Redazione
Politica

La Giunta delle immunità parlamentari del Senato, presieduta da Maurizio Gasparri, inizierà domani l’esame e la discussione sul caso Gregoretti, il pattugliatore della Guardia Costiera che nel luglio scorso, su ordine dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, rimase per giorni ormeggiato nel porto di Augusta con 131 migranti a bordo. All’attenzione della Giunta c’è la richiesta di autorizzazione a procedere, avanzata dal Tribunale dei ministri di Catania, nei confronti del leader leghista, accusato di sequestro di persona.

Alla prima riunione, fissata per domani, ne seguiranno altre, già calendarizzate, il 9, 13, 14, 15 e 20 gennaio. Il termine entro il quale la Giunta dovrà pronunciarsi è quello di trenta giorni. “Se vogliono usare questo sbarco per mandarmi a processo con il rischio di 15 anni di carcere, non trovano un uomo preoccupato perché sono orgoglioso di aver difeso i confini del Paese. E se gli italiani mi rimanderanno al Governo, rifarò la stessa cosa” ha detto Salvini a Radio24.

Loading...