Fico tuona dalla Festa dell’Unità: “Il regolamento di Dublino va modificato”. E sulla Diciotti non le manda a dire: “Tutte le persone a bordo dovevano poter scendere subito”

dalla Redazione
Politica

“Non c’è dubbio che dalla Diciotti tutte le persone dovevano scendere sul territorio italiano il primo giorno e non si doveva aspettare tutto questo tempo. È una questione su cui ho lavorato molto”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico, alla Festa Nazionale dell’Unità, a Ravenna, nel corso di un dibattito con il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio.

“Io non sposavo neanche la linea Minniti, soprattutto quando si cercava di fare un accordo con la Libia, un paese non stabile e in cui molti sindaci sono legati alle milizie. Quando diciamo che gli sbarchi sono scesi di 80 mila unità vuol dire che molti sono rimasti nei lager libici”, ha aggiunto Fico.

Per il presidente della Camera “il regolamento di Dublino va modificato, ma non secondo la linea di Visegrad, bisogna andare verso la condivisione, l’Europa si costruisce sulla solidarietà”. (ITALPRESS)