Il Cnel si abolisce da solo. Il Consiglio presieduto da Treu non ha neanche comunicato quante auto blu ha a disposizione

dalla Redazione
Politica

Nella mole degli enti pubblici che non hanno comunicato i dati al Formez per il monitoraggio delle auto di servizio in uso nelle amministrazioni (leggi articolo) spicca anche il Cnel. Il Consiglio presieduto da Tiziano Treu, dal monitoraggio visionato da La Notizia, risulta essere l’unico organo di rilievo costituzionale a non aver comunicato i dati. Si spera che sia perché non ha auto di servizio in dote, ma il dubbio resta dato nel report c’è una netta distinzione tra gli enti non rispondenti e quelli che, invece, hanno comunicato di non avere automobili.

Un dettaglio particolare dato che, come si sa, il Cnel è oggetto di discussione vista la proposta di riforma costituzionale che mira ad abolirlo. A onor del vero, però, il Cnel non è l’unico organo ad aver preferito non comunicare alcun dato al Formez. Curioso, ad esempio, che anche il Crui (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) non hanno dato – è il caso di dirlo – il buon esempio. E così anche il Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Senza dimenticare, ancora, le camere di commercio: ben 23 hanno preferito non rispondere alle domande del Formes. Stesso atteggiamento anche delle aziende ospedaliere: da Nord a Sud tante non hanno comunicato i propri dati. Tra i non rispondenti spiccano anche il Policlinico Maggiore  di Milano e l’Umberto I di Roma.