La Musica per sfidare il terrore. Dai solisti alle band, eventi in tutti i borghi d’Italia. Appuntamento il 21 giugno con La strada suona

dalla Redazione
Cultura

Una lunga notte di musica per proiettarsi nell’estate. Dai solisti alle band, dai cori alle fanfare, in una sola parola: musica. La festa della Musica che anche quest’anno andrà in scena il 21 giugno in Italia, come nel resto d’Europa per trasmettere cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità attraverso le note musicali. Sono oltre 9mila gli eventi organizzati in tutta Italia. Nelle piazze, nei parchi, nei musei, nei luoghi di culto, nelle carceri, nelle ambasciate, negli ospedali, nei centri di cultura, nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e nelle metropolitane. Note per tutti i gusti in 511 città e borghi italiani e 41 sedi diplomatiche all’estero. Sarebbe preferibile all’aria aperta come ci ricorda il ministero dei Beni Culturali, che quest’anno ha scelto come tema “La strada suona”.

Oltre al ministero, la manifestazione è promossa dalla Siae che per l’occasione ha contribuito applicando tariffe agevolate. Promotori sono anche l’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica, in collaborazione con l’Anci, l’Unpli, la Conferenza delle Regioni, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, il Ministero della Salute, il Ministero della Difesa e quello della Giustizia. Media partner dell’evento è Rai Radio 3, oltre alla collaborazion di Carrefour Market.

La sfida – Artisti professionisti e non renderanno unica la Festa della Musica 2017 che quest’anno ha visto incrementare notevolmente l’adesione di tantissimi borghi italici: l’85% in più rispetto all’anno scorso. Una festa che promuoverà anche i tanti borghi italici, fiore all’occhiello di arte. Tutt’altro che casuale la scelta del tema dell’anno, perché “La strada suona” vuole essere un messaggio chiaro al terrore e che invita a stare insieme come una scelta di vita e di libertà all’aria aperta. L’antipasto di quello che accadrà il prossimo 21 giugno c’è stato sabato (17 giugno, ndr) a Pistola, Capitale della Cultura 2017, con l’anteprima giovani della Festa della Musica. Nella città toscana spazio per mille giovani musicisti emergenti selezionati attraverso uno scouting realizzato a livello nazionale.

Appuntamenti romani – Gli eventi sono in continuo aggiornamento. Scorrendo il lungo elenco sul sito web della Festa della Musica(www.festadellamusica.beniculturali.it) spiccano eventi da nord a sud assolutamente interessanti. Restando a Roma alla centrale Montemartini si esibiranno gli Scoop jazz band, un gruppo di giornalisti uniti dalla passione della musica; all’ospedale San Camillo concerto di medici e infermieri; si ballerà, invece, sulla scalinata della Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea con dj Boosta; la banda della Marina Militare suonerà i brani dei più importanti compositori italiani di colonne sonore del cinema a Santa Croce in Gerusalemme; 50 giovani sassofonisti si esibiranno nell’area della Meta Sudans all’Arco di Costantino; al Collegio Romano, invece, ci sarà il concerto Gospel con Charlie Cannon; a Santa Maria in Trastevere risuoneranno le note della band composta dagli amministratori di condominio, mentre a Tor Vergata sul palco salirà la band della riabilitazione psichiatrica. E per chi fosse in partenza da Fiumicino, niente paura: la musica risuonerà anche in aeroporto. Per un decollo più armonico.