Reddito di cittadinanza, nel giorno del debutto presentate oltre 44mila domande. Nessun intoppo. Di Maio: “Giorno importante per l’Italia e per il M5S. Il lavoro è la priorità assoluta”

dalla Redazione
Politica

“Oggi è stato un giorno importante per l’Italia e per il MoVimento 5 Stelle. Oggi alle 14 Poste ha reso noto che nei loro uffici si sono recati 29.000 italiani per presentare le domande e 6.000 hanno inviato la richiesta online. Senza intoppi, senza file, senza caos”. E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook, il vicepremier Luigi Di Maio, parlando del debutto del Reddito di cittadinanza.

“È avvenuto tutto regolarmente – ha aggiunto il leader del M5S – e in maniera ordinata. Per questo voglio ringraziare tutti quelli che da oggi hanno iniziato a prestare questo servizio ai cittadini per la loro professionalità.Il Lavoro dopo anni sta tornando al centro del dibattito e soprattutto al centro delle politiche del governo. Il lavoro inteso come dignità e come realizzazione della persona, non come massimo sfruttamento al minimo costo”.

“Il lavoro per noi è la priorità assoluta. Adesso – ha detto ancora Di Maio – siamo concentrati sul reddito, sul salario minimo, sul taglio del cuneo fiscale, sullo sblocco dei cantieri, sugli investimenti, sulla soluzione delle crisi aziendali. Il futuro non mi fa paura perché stiamo prendendo le contromisure per affrontare le difficoltà che incontreremo”.

Secondo i dati diffusi in serata dal ministero del Lavoro, al termine della prima giornata sono state presentate complessivamente 44.125 domande, mentre sono ancora inquantificabili quelle presentate ai Caf. Delle 44.125 pervenute, 8.492 sono state trasmesse online e 35.653 sono state consegnate presso gli uffici postali. Le prime tre regioni per numero di richieste sono Campania, Lombardia e Sicilia.  “E’ un numero al di sopra anche delle nostre aspettative giornaliere, e sta andando molto bene, anche senza file. Questo è un altro risultato che il Movimento 5 Stelle porta a casa”, ha commentato Di Maio.