Una gara per illuminare il Natale di Roma. Iniziativa di Acea e Maker Faire. Al vincitore andranno 40mila euro e l’incarico di direttore artistico

di Carola Olmi
Economia

Un’opportunità di lavoro, ma anche di straordinaria visibilità e prestigio: illuminare il Natale di Roma, mostrando la città in festa all’esercito di turisti italiani ed esteri. Un compito tradizionalmente assegnato alle imprese che presentavano l’offerta economica migliore, ma non il progetto complessivo più bello e spettacolare. Adesso invece si cambia, e i creatori di effetti luminosi – non importa se sconosciuti o già affermati a livello internazionale – potranno partecipare a un contest – cioè una gara – aperta sino alla fine di luglio.

A proporre l’iniziativa è la multiutility capitolina Acea, guidata dall’Ad Stefano Donnarumma, in partnership con Maker Faire, il più grande salone italiano dell’innovazione, ormai affermatissimo a livello nazionale. I lavori presentati verranno sottoposti al giudizio di una giuria, composta da esperti di Acea, che valuterà le proposte non solo in base al loro valore estetico-creativo, ma soprattutto rispetto alla loro fattibilità e al loro livello di innovazione e sostenibilità.

Il 18 ottobre, in occasione della giornata di inaugurazione della settima edizione di Maker Faire Rome verrà annunciato il vincitore, che sarà direttore artistico del progetto e riceverà anche un premio in denaro di 40.000 euro. Questa “call for ideas”, strumento utilizzato in tutto il mondo per individuare nuove realtà produttive e creative, coniuga innovazione e tradizione natalizia ed è in linea con l’impegno di Acea nel valorizzare i monumenti e siti di interesse storico e architettonico della Capitale attraverso progetti di illuminazione artistica.

Loading...