Venezia, Conte annuncia un Comitatone. Il Governo ha designato un commissario per il Mose. In arrivo indennizzi per i privati e i commercianti che hanno subito danni

dalla Redazione
Politica

“Abbiamo individuato la data del 26 novembre per riunire il Comitatone, un organo da me convocato per una governance su tutti i problemi strutturali di Venezia: grandi navi, Mose, maggiore coordinamento tra le autorità competenti”. E’ quanto ha detto il premier Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti a Venezia. “Sta arrivando il commissario straordinario del Mose – ha aggiunto il presidente del Consiglio -, è stato già designato, stiamo formalizzando, completeremo le nomine per Venezia Nuova, dobbiamo coordinare meglio i diversi organi”.

“Voglio completarle – ha aggiunto Conte -, stiamo completando il giro, voglio parlare ancora con le persone. Ma l’impressione e’ che ci sia grande disagio, parlavo con un edicolante che ha perso la sua attività, immaginate cosa possa significare. Abbiamo preso tanti impegni con i cittadini, se qualcuno vuole farsi distrarre dalle polemiche faccia pure, non è il mio caso”.

Il premier Conte, al termine della riunione in Prefettura a Venezia, ha parlato di due fasi per il ristoro dei danni. “La prima – ha sottolineato – ci consentirà di indennizzare i privati e gli esercenti commerciali sino ad un limite per i primi di 5mila euro e per i secondi di 20mila euro”. Conte ha assicurato che questi soldi “potranno arrivare subito”. “Poi, per chi ha danni più consistenti – ha concluso il presidente del Consiglio – ovviamente li quantificheremo con piu’ calma e dietro istruttoria tecnica potranno essere liquidati”.

Loading...