Il voto online degli attivisti del M5S sul caso Diciotti. Il 59% ha detto no all’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. Record di votanti, oltre 52mila

dalla Redazione
Politica

Hanno votato 52.417 iscritti del M5S alle votazioni online riguardanti il caso Diciotti e la relativa autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Relativamente alla risposta: “Si, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato, quindi deve essere negata l’autorizzazione a procedere” hanno votato 30.948 (59,05%). Relativamente alla risposta: “No, non è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato, quindi deve essere approvata l’autorizzazione a procedere” hanno votato 21.469 (40,95%).

La maggioranza degli attivisti M5S ha pertanto deciso che il fatto è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato, quindi deve essere negata l’autorizzazione a procedere. La votazione odierna entra nella storia della piattaforma Rousseau per essere stata quella con il maggior numero di votanti di sempre in una singola giornata. “Un record. E ciò – scrive il Blog delle stelle in un post – conferma l’importanza dei principi di democrazia diretta all’interno del MoVimento 5 Stelle”.

“Far votare i cittadini fa parte del nostro Dna – ha commento su Facebook il leader del M5S Luigi Di Maio -, lo abbiamo sempre fatto come accaduto per il contratto di Governo. L’altissimo numero di votanti dimostra anche questa volta che Rousseau funziona e si conferma il nostro strumento di partecipazione diretta. Con questo risultato i nostri iscritti hanno valutato che c’era un interesse pubblico e che era necessario ricordare all’Europa che c’è un principio di solidarietà da rispettare”.