X Factor, la stagione più bella. Il talent di Sky presenta quattro finalisti super. Quest’anno Lorenzo Fragola non avrebbe vinto

di Angelo Costa

Quest’anno a X Factor Lorenzo Fragola non sarebbe arrivato neanche in finale. Il vincitore della scorsa edizione avrebbe avuto la vita molto più dura contro i quattro finalisti di questa edizione del talent musicale di Sky. La grinta di Giosada, la versalità di Davide e la determinazione dei ragazzi terribili, gli Urban Strangers ed Enrica l’avrebbero superato. Ormai manca solo la finale di un’edizione di X Factor tra le più competitive di sempre. Elio ha piazzato due finalisti, Fedez e Skin gli altri due. Mika è fuori da tempo. Meritavano la finale anche i Moseek, una band molto coraggiosa perché ha provato a portare alla ribalta i suoni elettronici, poco commestibili però con il pubblico televisivo nazional-pop. Infatti nulla hanno potuto contro la 16enne Enrica che oltre per la sua voce ha lasciato tutti di stucco per la concentrazione sfoggiata al ballottaggio. Anche il riscontro degli ascolti va archiviato positivamente, in attesa del botto finale. La semifinale è stata vista da 961.449 spettatori con il 3,89% di share (cumulando Sky Uno e Sky Uno+1 si sale a 1.245.000).

CASTELLITTO RECUPERA
Le abitudini televisive stanno cambiando velocemente. Negli Usa gli ultimi dati Nielsen attestano che Smartphone, tablet e altri dispositivi connessi a internet per i contenuti in streaming stanno «divorando» il consumo tradizionale di televisione. Sono aumentati del 26% in un anno (per una media di 8 milioni e mezzo di persone al minuto). La tv invece è diminuita di un altro 10%. In Italia stiamo più indietro, tuttavia sta velocemente cambiando il modo di fruire dei programmi tv. Con l’on demand che permette al telespettatore di vedersi la serie tv o il film nel giorno e l’ora preferita. Ed ecco che – tanto per fare un esempio – la serie tv In Treatment giova vantaggio dalla nuova modalità di fruizione, al punto da collezionare nella prima settimana un ascolto medio di 246mila a puntata, in larghissima parte dovuto all’utilizzo di Scelti per te e di registrazioni su My Sky. Dal dato restano fuori gli abbonati che scaricano la puntata con l’on demand via internet. Mentre il singolo episodio in prima visione aveva collezionato numeri irrisori. Il dato complessivo consente allo psicanalista Castellitto di superare altre serie blasonate come Aquarius e The Knick.

VESPA E BENIGNI
Bruno Vespa a Un giorno da pecora su Radio2 ha svelato che Roberto Benigni non vuole venire a Porta a Porta. Addirittura l’attore avrebbe convinto Woody Allen a cancellare una scena da girare nel salotto di Vespa proprio per non andarci.

CARAVAGGIO
L’opera di Caravaggio La Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d’Assisi dipinta nel 1609 e trafugata dall’Oratorio della Compagnia di San Lorenzo a Palermo nel 1969, torna a vivere in una fedelissima riproduzione che sarà riconsegnata il 12 dicembre a Palermo alla presenza di Mattarella. L’iniziativa, voluta e realizzata da Sky, avrà anche u n appuntamento in versione documentaria per il piccolo schermo a gennaio 2016 su Sky Arte Hd.