2013, le pagelle della tv

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Tv generaliste in calo di ascolti, leggera crescita della pay e dei canali digitali e crisi della politica e dei talk. Ecco le nostre pagelle per il 2013.

CARLO CONTI 9
Il grande dominatore della tv e di Raiuno. Oltre 4,5-5 milioni per l’Eredità, superati nettamente i 6 milioni con Tale e Quale Show. Inoltre trascina gli ascolti della rete ammiraglia con l’Anno che verrà, i Migliori anni. E pensare che guadagna meno di Antonella Clerici…

VIOLETTA 7,5
Telenovela argentina girata a Buenos lanciata nel 2012 su Disney Channel Argentina e in contemporanea su Disney Channel Italia. Dal 2013 viene trasmessa anche su RaiGulp. La produzione è diventata un fenomeno televisivo e generazionale.

MIKA 7,5
È lui il vero talent di X-Factor. Una grande scoperta da parte di Simona Ventura e del suo staff. Un personaggio da piedistallo.

URBANO CAIRO 7,5
È entrato in campo come una scavatrice. Fa e disfa tutto a La7. I risultati gli stanno dando ragione (anche sui tagli di trasmissioni inutili per salvaguardare il budget). Ora bisogna però pensare un po’ a La7d, dopo la purga di tutte le autoproduzioni della seconda rete.

MONTALBANO 7,5
Luca Zingaretti, assieme a Terence Hill, ha tenuto in piedi Raiuno. Anche in replica le loro fiction vanno a gonfie vele.

MYRTA MERLINO 7+
La conduttrice dell’Aria che tira sta riscuotendo un notevole consenso di pubblico. Ha superato anche l’8% di share, raddoppiando il target di La7.

TIZIANA PANELLA 7
Molto bene anche l’altra conduttrice del mattino di La7. Coffee Break è una garanzia di ascolti.

ALESSANDRO CATTELAN 7
Conferma di avere l’X Factor. Ottimo conduttore. Potrebbe aspirare a fare il grande salto.

MASSIMO GILETTI 7
L’Arena è ormai un cult di Raiuno. Una caposaldo per gli ascolti della rete.

FLAVIO MUCCIANTE 7
Ottima la sua stagione a Radio2. Ora è il grande favorito per la direzione di Radio1 e del Giornale radio.

MASSIMO LIOFREDI 7
Mentre la sua ex Raidue affonda, si sta prendendo delle grandi rivincite portando al successo i canali di Rai Gulp e Yo Yo.

DIEGO BIANCHI (ZORO) 7
Gazebo è il programma della seconda serata di Raitre che più piace.

PIERLUIGI PARDO 7
Tiki Taka è una delle trasmissioni più gradite della stagione.

ELEONORA DANIELE 7
Le Storie vere di Unomattina fanno breccia sul pubblico. Un grande ritorno alla tv del mattino e una conferma dopo l’ottima esperienza dello scorso anno a Linea Verde.

INGRID MUCCITELLI 7
Con Patrizio Roversi alla guida di Linea Verde inchioda 4 milioni di telespettatori la domenica prima di pranzo.

MARCO PICCALUGA 7
La sua rassegna stampa su Skytg24 è la migliore di tutte quelle in circolazione. Un alieno rispetto ai colleghi di Tgcom24 che sembrano dilettanti allo sbaraglio. Inoltre al contrario di Alessio Viola e Paolo Fratter pensa ai giornali da leggere e non alle pose per le inquadrature come fanno gli altri due.

ROBERTO FICO 7
Evviva. Finalmente un vero Vigilantes!

LE IENE 7
Ancora una grande stagione per la squadra capitanata da Ilary Blasi.

PAOLO BONOLIS 7
Avanti un altro! ormai è più che una garanzia. Da quando c’è lui nel preserale il Tg5 ha ripreso a correre.

FLAVIO INSINNA 7-
Affari tuoi vola. Il 20% di share con 4,5-5 milioni di telespettatori. Forse esagera un po’ con quei balletti goffi.

TIBERIO TIMPERI E FRANCESCA FIALDINI 6,5
Unomattina in famiglia vanta punte di share che hanno sfiorato il 30%, soprattutto nei giorni delle festività natalizie.

CATERINA BALIVO 6,5
Dopo un inizio in sordina Detto Fatto si è ripreso bene.

FABIO FAZIO 6,5
Stagione positiva. E poi secondo il portale Raiwatch, vicino a Renato Brunetta, il presentatore del prossimo Festival di Sanremo intascherebbe 5.479 euro al giorno. E siccome è riuscito a farsi dare un ingaggio del genere merita un voto alto.

GIOVANNI FLORIS, MICHELE SANTORO 6,5
Ballarò va col pilota automatico. Tra i pochi talk a non risentire della crisi. Servizio Pubblico non sta andando meglio dell’anno scorso, però Santoro è sempre Santoro. Gli basta parlare di Berlusconi per alzare lo share. Poi ora c’è pure Servizio pubblico Più, lo speciale visto da un milione e mezzo di telespettatori.

PAOLA FERRARI, BARBARA D’URSO 6,5
La prima si conferma la signora della Domenica sportiva. Il suo rotocalco va bene. Ma dalla prossima stagione si cambia. Che cosa farà? La seconda è una garanzia per il Biscione. Certo lo smacco del Gf contro non se lo merita.

 

DUILIO GIAMMARIA 6,5
Il suo Petrolio è buono.

MARIO ORFEO, MARCELLO MASI 6,5
Il Tg1 e soprattutto il Tg2 sono cresciuti negli ascolti.

BIANCA BERLINGUER 6,5
Nonostante il diktat del dg per i direttori è riuscita a farsi dare la deroga per apparire in video.

CARLO FRECCERO 6,5
La Rai pagherà la sua assenza.

CLAUDIO BRACHINO 6,5
Ha ridato linfa allo sport di Mediaset.

FABIO CARESSA 6,5
Il tè sotto la doccia ora lo fa prendere ai suoi redattori. Come direttore ne parlano bene. E scusate se è poco…

GIANLUIGI PARAGONE 6,5
Pure nella Gabbia il conduttore si batte con molto coraggio. Anche quando attacca i poteri forti.

LILLI GRUBER 6,5
Otto e mezzo va come un orologio svizzero. Anzi altoatesino.

LUCA TIRABOSCHI 6,5
Italia 1 è in lotta per il terzo posto nella classifica degli ascolti delle reti generaliste.

ILARIA D’AMICO 6+
Non mostra segni di cedimento.

PIERO MARRAZZO 6+
Che coraggio a rimettersi in gioco!

GIANCARLO SCHERI 6
Non sempre baciate dal successo le autoproduzioni di Canale 5. Meglio fiction e film.

GIUSEPPE FEYLES 6
Retequattro prova a farsi bella con sport e informazione. E poi ci sono Iris e Top Crime che vanno bene.

MONICA MAGGIONI 6
Ha ridato un’anima a Rainews. Però con i mezzi a disposizione che ha potrebbe fare molto di più.

CLEMENTE MIMUN 6
Con il ritorno di Bonolis il Tg5 si è ripreso bene. Senza traini non può fare miracoli.

GIOVANNI TOTI 6
Ha perso l’edizione delle 14 del Tg4, ma in compenso è il più amato da Berlusconi.

SARAH VARETTO 6
SkyTg24 è più bello in Hd ma non decolla negli ascolti.

MARIO GIORDANO, PAOLO DEL DEBBIO, CORRADO FORMIGLI 6
Senza infamia e senza lode.

LAURA TANGHERLINI 6
Linciata e sospesa per una frase goliardica nel fuori onda di Rainews. Mentre colui che si è dimenticato di chiudere l’audio non ha ricevuto neanche un cazziatone.

GREGGIO-HUNZIKER, MARA VENIER, MILLY CARLUCCI 6
Conducono con il pilota autpmatico. Anche se Milly per tenere vivi gli ascolti di Ballando è dovuta ricorrere ad Anna Oxa.

 

PASQUALE D’ALESSANDRO 6
Rai5 ha bisogno di incoraggiamento.

BARBARA PALOMBELLI 6
Conduzione di Forum con stile.

LUCA TELESE, NICOLA PORRO 6-
Matrix e Virus non sono In Onda. Possono migliorare.

MILENA GABANELLI 5,5
Il lunedì non è la sua serata. Era meglio di domenica. E pensare che il cambio l’ha voluto lei.

GIANCARLO LEONE 5,5
Troppi flop in prima serata per Raiuno. Anche se va dato atto del coraggio nella sperimentazione. Sono andati male Riusciranno i nostri eroi? di Max Giusti, Red or Black di Frizzi e Cirilli, Mission, Altrimenti ci arrabbiamo di Milly Carlucci e La terra dei cuochi di Antonella Clerici. Leone deve fare un monumento a Luca Zingaretti e Terence Hill, che funzionano anche in replica, e al comparto fiction.

BRUNO VESPA 5,5
Qualche cenno di cedimento. Si può consolare con i guadagni giornalieri (3.287 euro secondo Raiwatch).

MAURO MAZZA, SALVO SOTTILE, GIANLUIGI NUZZI 5,5
Men at work.

PAOLO RUFFINI 5,5
Finora non ha lasciato il segno.

LUIGI GUBITOSI 5,5
Troppe incongruenze. Risparmia da una parte e spreca dall’altra. Due figuracce il contratto (poi annullato dopo le pressioni di Fico) con il Meeting di Rimini e il concorsone.

PAOLA PEREGO 5,5
La Vita in diretta fatica a emergere.

GIUSEPPE CRUCIANI E DAVID PARENZO 5
Meritano un’altra chance. Anche se non sarà facile.

MARIA DE FILIPPI 5
Comincia a perdere colpi. Forse perché preoccupata dalle condizioni di Costanzo e dal futuro.

ENRICO MENTANA 5
Il suo tiggì è in calo fisiologico. Da lui ci si attende sempre il massimo.

ALESSANDRO BANFI 5
Tgcom24 non ha un’anima. E la redazione dà l’impressione di non seguirlo.

GEPPI CUCCIARI 5
Dopotutto non è brutto, è un fiasco. Meglio Geppi in versione palcoscenico. E con la spalla di Mentana.

PIERO ANGELA 5
Anche Superquark è logoro e invecchiato.

ANTONIO PREZIOSI 5
Al giornale radio è un direttore contro tutti.

CRISTINA PARODI 5
Sta collezionando flop. Datele un tiggì da condurre. La sorella Benedetta almeno si è ripresa a Real Time.

MISS ITALIA 5
Annus Horribilis.

RITA DALLA CHIESA 4,5
È finita tra gli esodati della tv.

ANGELO TEODOLI 4,5
Raidue non si riprende nemmeno con la bombola di ossigeno.

ANDREA VIANELLO 4,5
Finora non è stata una direzione di Raitre entusiasmante. Però ha fatto scelte coraggiose.

CAROSELLO 4
Sarebbe stato meglio lasciarlo dormire nella soffitta dei ricordi.

ANTONIO CAPRARICA 4
Non si può certo dire che la sua uscita di scena sia una buonuscita.

VITTORIO SGARBI 4
Esagerato nel trash. Ha fatto chiudere Radio Belva.