A Palazzo Madama la prima riunione della Giunta per le immunità sul caso Diciotti. Gasparri: “Ascolteremo Salvini. Decisione entro il 23 febbraio”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ terminata dopo circa un’ora la prima seduta della Giunta per le elezioni e immunità del Senato convocata per esaminare la domanda di autorizzazione a procedere, avanzata dal tribunale dei ministri di Catania nei confronti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sul caso della nave Diciotti. “Vorrei garantire il rispetto dei tempi e della procedura” ha spiegato al termine dei lavori il presidente della Giunta, Maurizio Gasparri. “La mia relazione – ha detto ancora il senatore di Fi – ha avviato il procedimento, la prossima settimana ascolteremo l’interessato e farò una mia proposta”.

La Giunta per le immunità, secondo le indicazioni fornite da Gasparri, assumerà una decisione, cioè se concedere o meno l’autorizzazione a procedere, entro il 23 febbraio. Nel frattempo Salvini potrà chiedere di essere ascoltato dall’organo parlamentare o presentare una memoria.

“Noi – ha spiegato ancora Gasparri – ci rivolgiamo agli interessati secondo una procedura prevista da una legge costituzionale e dal Regolamento del Senato. Non andiamo a sollecitare atti a chi non è nel procedimento. E’ una procedura come un Tribunale. E questa riguarda il ministro Salvini, altri non so, non è un processo con i testimoni. Per chi vuole esprimere la sua opinione, siamo in un paese libero però noi abbiamo delle procedure e le seguiamo”.