A Pozzallo sbarcati 11 migranti positivi al Covid. Sono pakistani e si trovano in isolamento. Musumeci: “Farò un’ordinanza. Se ci fosse stata una nave per la quarantena non sarebbero mai sbarcati”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Al momento 11 dei 66 migranti, arrivati ieri a Pozzallo, sono risultati positivi al Coronavirus in seguito ai tamponi eseguiti dal personale sanitario dell’Asp di Ragusa. I migranti positivi, tutti pakistani, sono asintomatici e sono stati già isolati in una struttura individuata dalla prefettura. Per eseguire il più rapidamente i controlli sanitari la Regione ha inviato 1.000 tamponi rino-faringei ed altrettanti test sierologici a Lampedusa, oltre alle apparecchiature necessarie per compiere le analisi.

“Ovviamente – afferma in una nota il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci – la Regione dopo avere effettuato su tutti i migranti il test sierologico, ha testato con il tampone i casi di positività rilevata dalla presenza di anticorpi. Continua ad emergere un quadro sconfortante nel quale si erge il silenzio del ministero dell’Interno. Ciò mi impone di adottare in giornata una ordinanza. Inutile dire che se al largo di Pozzallo fosse stata individuata una nave per la quarantena – come invano richiediamo da settimane – queste persone non sarebbero mai sbarcate fino alla conclamata negatività. Stanno giocando con il fuoco!”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA