A San Luca vince ancora la ‘ndrangheta. Nessun candidato sindaco alle elezioni del 10 giugno

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tornata di elezioni amministrative domenica 10 giugno per 761 Comuni in Italia. In uno di questi, però, non si voterà. Siamo a San Luca, in provincia di Reggio Calabria, dove dopo cinque anni di commissariamento non si è presentata nessuna lista elettorale.

Il Coordinamento regionale calabrese di Articolo Uno-Movimento Democratico e Progressista ha denunciato una situazione di politica assente sostenendo che la politica è assente e gli amministratori diventano bersaglio della criminalità organizzata: “una democrazia sospesa”. Il Comune era stato sciolto per mafia nel 2013, due anni dopo non è stato raggiunto il quorum e ora non si è trovato nessuno disposto a candidarsi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA