Abbandonavano i minori ospiti di un centro di accoglienza. Sedici arresti nella Capitale. L’inchiesta riguarda la onlus Virtus Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Avrebbero abbandonato i minorenni ospiti di un centro di primissima accoglienza a Roma agevolandoli o inducendoli ad allontanarsi anche in tarda notte. Sono in tutto 22 le misure cautelari personali emesse dal gip del Tribunale ordinario di Roma, Francesco Patrone, ed eseguite dalla Polizia Locale di Roma Capitale nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Procura della Capitale che ha consentito di rilevare “reiterati abbandoni di minorenni, nella maggior parte dei casi infra-quattordicenni, secondo forme e modalità ben organizzate e pianificate”.

Secondo gli inquirenti “in taluni casi i minori, anche di età inferiore ai dieci anni, venivano agevolati e/o indotti ad allontanarsi dal personale della struttura anche in tarda notte, sottoponendoli a evidenti pericoli per la loro incolumità”. In carcere sono finiti il presidente dell’Associazione “Virtus Italia Onlus” e per il responsabile del Centro di primissima accoglienza per minori non accompagnati di via Maria Annibale di Francia. Ai domiciliari altre 14 persone appartenenti alla onlus di Roma, inoltre 6 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria per il vice responsabile del centro e per gran parte degli operatori dell’associazione.