Accelerare il rientro in Italia di Chico Forti. Il ministro Bonafede sollecita gli Stati Uniti a rilasciare i documenti per il rimpatrio

ALFONSO BONAFEDE
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“A seguito del consenso espresso dal Governatore dello Stato della Florida, nella giornata di giovedì 24 dicembre il Ministero della Giustizia, ai sensi della Convenzione di Strasburgo, ha reiterato ai competenti Uffici del Department of Justice statunitense la richiesta di trasmettere nel più breve tempo possibile tutta la documentazione necessaria al trasferimento in Italia del detenuto Enrico, detto Chico, Forti”. Lo sottolinea con una nota il Ministero della Giustizia, diretto dal grillino Alfonso Bonafede, deciso ad avere al più presta il via libera con cui mettere fine al calvario dell’imputato condannato per omicidio negli Stati Uniti dov’è detenuto da ben 20 anni. Sempre secondo la nota “già nei primi mesi dell’anno, infatti, il Ministero si era attivato in tal senso, dopo aver appreso che il detenuto aveva avanzato richiesta di scontare il residuo della pena in Italia”.