Al quartiere Kalsa di Palermo alleanza tra cittadini e criminali: la folla blocca la Polizia e fa scappare un rapinatore

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un’auto della Polizia all’inseguimento di un rapinatore, fresco di un colpo in un mercato ortofrutticolo. Gli agenti erano pronti ad acciuffare il malvivente per assicurarlo alla giusitizia. Ma l’operazione è stata fermata da un gruppo di abitanti. Il fatto è avvenuto nella mattina di oggi, venerdì 29 aprile, in pieno centro storico di Palermo, nel quartiere Kalsa. La folla, infatti, ha bloccato la corsa della volante, consentendo al rapinatore di far perdere le tracce. Per farsi spazio, i poliziotti hanno dovuto esplodere dei colpi di pistola in aria.

Gli agenti sono comunque riusciti ad arrestate uno dei complici del fuggitivo: addosso gli è stata trovata una pistola calibro 7.65 con il colpo in canna. Gli investigatori hanno anche ricostruito la dinamica della rapina: i quattro malviventi, vestiti da operai dalla Gesip – una società partecipata comunale – armati di pistola hanno svaligiato un’attività di rivendita di ortofrutta, portando con loro 10mila euro e dandosi alla fuga su due motociclette. Due di loro sono andati verso la periferia est di Palermo, mentre l’altra coppia ha cercato di fuggire nei vicoli del centro storico. E uno dei banditi c’è riuscito grazie ad alcuni residenti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA