Alfano ci ripensa ancora una volta. Il nostro leader è Silvio Berlusconi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ennesima retromarcia. La confusione delle idee regna sovrana nel centrodestra. Il vicepremier Angelino Alfano dopo l’ultimo strappo con il Cavaliere (stiamo parlando solo di venerdì scorso, quando Alfano ha lasciato in aperta polemica con l’ex premier l’ufficio di presidenza) c’ha ripensato ancora una volta confermando piena fiducia a Silvio Berlusconi.

I sottoscritti consiglieri nazionali si riconoscono nella leadership di Silvio Berlusconi, ovviamente a cominciare da me. Questo sarebbe il primo rigo di ogni documento che io dovessi sottoscrivere”. A dirlo è proprio Alfano a Bruno Vespa per il nuovo libro “Sale, zucchero e caffè. L’Italia che ho vissuto da nonna Aida alla Terza Repubblica” (Mondadori-Rai Eri). Alfano nel libro smentisce una raccolta di firme dell’ala governativa: “Non è vero che circola un documento degli ‘innovatori’ già da far sottoscrivere per il prossimo Cn”.