Alla Camera 40 milioni di risparmi. Il questore M5S chiederà al Governo di destinare l’avanzo di gestione ai medici eroi contro la pandemia

dalla Redazione
Politica

“Anche quest’anno la Camera dei deputati si appresta a restituire allo Stato una quota consistente dei propri risparmi di gestione. Anche quest’anno si prevede una restituzione allo Stato di 80 milioni di euro, che potranno essere utilmente impiegati a favore di tutti i cittadini”.

Parola del questore M5S, Francesco D’Uva. “E’ ormai dal 2013, che questo ramo del Parlamento produce corposi avanzi di amministrazione – ricorda sul Blog delle Stelle – sono stati risparmiati più di 450 milioni di euro, di cui oltre trecento milioni, negli ultimi anni, sono stati destinati, all’unanimità, alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia, a cui vogliamo continuare a riservare una parte delle risorse, come prevede un Ordine del Giorno bipartisan a prima firma del collega Baldelli”.

Per quest’anno, poi, “la Conferenza dei Capigruppo ha espresso all’unanimità la volontà di impegnare gli avanzi di economia della Camera all’emergenza sanitaria. Ho ritenuto di raccogliere il comune sentire di tutti gli italiani, proponendo un ordine del giorno che invita il Governo a destinare questi risparmi agli operatori sanitari che hanno combattuto in trincea durante un’emergenza senza pari da più di un secolo a questa parte. Ho ottenuto l’immediata adesione di quasi tutte le forze politiche”.