Allegria, i ricordi di Mike all’asta. Il ricavato servirà a costruire una piazza a Milano. Quadri, trofei, sculture e foto tra i cimeli in vendita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non c’è personaggio che impersoni di più di Mike Bongiorno il volto della televisione italiana. Oltre 60 anni di storia e tantissimi i programmi che l’hanno visto sfoggiare il suo Allegria, lo storico saluto caro agli ascoltatori e al suo imitatore principe, Alighiero Noschese. Era il 19 novembre del 1955 quando Mike inaugurò la grande tradizione dei quiz televisivi con Lascia o raddoppia. Un programma che catturò il pubblico così tanto da venire trasmesso perfino al cinema prima del film. Del resto nel Dopoguerra, in quegli anni di rinascita, erano in pochi quelli che potevano permettersi il televisore in casa. Un’altra data che lasciò il segno sugli italiani fu l’8 settembre del 2009 quando si diffuse la notizia della sua morte, avvenuta in un hotel di Montecarlo a causa di un infarto. Per lui ci furono i funerali di Stato. Oltre ai suoi quiz televisivi (nel prossimo anno Fabio Fazio rilancerà il Rischiatutto in prima serata) e ai Festival di Sanremo, indimenticabili gli spot pubblicitari con Fiorello e le trasmissioni alla radio sempre in compagnia dell’amico showman siciliano. Oggi tutti i sui gadget, le fotografie i suoi oggetti da collezione finiranno in un’asta di beneficenza a favore della Fondazione Mike Bongiorno voluta dalla moglie e dai figli per sostenere le persone in difficoltà e proseguire l’attività benefica a lui tanto cara. Ben 400 i lotti in mostra a Milano (Palazzo Crivelli, presso la Casa d’aste il Ponte, in via Pontaccio 12, nei giorni 16,17,18 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.30. L’asta si svolgerà in due tornate, martedì 20 ottobre alle 16 e alle 21).

I CIMELI
Sotto il martelletto del battitore passeranno arredi d’epoca, i quadri e le sculture. La gommapiuma che lo ritrae nelle vesti di angelo custode, ritratti e caricature, il mezzo busto finto bronzo, la statua ad altezza naturale. C’è di tutto. Anzi, in onore alla sua vecchia Rai potremmo azzardare che c’è di tutto di più. In catalogo i numerosi premi e riconoscimenti (tranne i 25 Telegatti che saranno esposti ma non in vendita). I gadget del tifo bianconero. Mike era supertifoso della Juventus. Tra le tante e belle fotografie, ricordiamo quelle autografate da Pavarotti, quelle in bianco e nero ai tempi di Lascia o raddoppia e del Rischiatutto, e quelle che lo immortalano al fianco di Giulio Andreotti o con Silvio Berlusconi e la moglie Veronica Lario. Grande spazio ai cimeli sportivi. Sci, giacche a vento per la scalata del Cervino, lo zaino della spedizione al Polo Nord, immagini delle immersioni subacquee. Le gigantografie come quella vesito da Garibaldi per una pubblicità Tim, saranno vendute con offerta libera alla fine dell’asta. Il ricavato della vendita sarà destinato a riqualificare spazi comuni del Quartiere Gratosoglio creando piazza «Allegria», un luogo piacevole destinato all’incontro di bambini, giovani e anziani.