Allerta massima. L’Isis invita i lupi solitari a colpire l’Italia. Minacce dirette pure a Papa Francesco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Questa volta la minaccia sembra più concreta del solito. L’Isis ha pubblicato un video in cui minaccia l’Italia e direttamente Papa Francesco. Il filmato è stato diffuso in un video girato nelle Filippine in cui si dice chiaramente “Arriveremo a Roma”. A diffonderlo Al-Hayat Media Center, uno dei network ufficiali dell’Isis, e si vedono diversi jihadisti devastanre statue di Cristo, poi strappare un poster con il volto di Bergoglio.

Qualche dubbio circa l’autenticità delle ultime minacce rimane visto che il Site, il sito statunitense che monitora l’estremismo islamico, ha rivelato che nel video viene utilizzata la vecchia immagine con lo sfondo la città di New York e i jihadisti che minacciano l’Italia avrebbero soltanto incollato sopra la scritta di minaccia nei confronti del nostro Paese. E dubbi ne aveva espressi anche il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che invitava a “non credere alla propoganda di alcuni siti islamici, con la consapevolezza che nessssu Paese, neanche l’Italia, possa sentirsi al riparo dalla minaccia”.

Qualche giorno fa, via Telegram, un gruppo di presunti jihadisti aveva indicato l’Italia come prossimo obiettivo dopo la strage di Barcellona sulla Rambla. E sempre via Telegram è arrivato l’invito ai lupi solitari di attaccare l’Italia, il Belgio e la Danimarca.
L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA