Altro che quote rosa, il potere è donna

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Il mondo dell’economia mondiale è sempre più femminile. Alla faccia del sessismo e  delle polemiche sulle quote rosa. Dopo la riconferma della Merkel alla guida di quella Germania considerata il motore d’Europa, dopo Cristine Lagarde al vertice del Fondo monetario internazionale, Janet Yellen ha prestato giuramento quale nuovo presidente della Federal Reserve, prima donna  alla guida della banca centrale Usa. La 67enne Yellen, che ha giurato nelle mani di Daniel Tarullo, membro del board dei governatori della Fed, sostituisce Ben Bernanke, del quale e’ stata vice presidente per tre anni. Il presidente Barack Obama aveva annunciato lo scorso 9 ottobre la nomina della Yellen, poi confermata dal Senato Usa il 6 gennaio.  Economista, docente emerito all’Universita’ di Berkeley in  California, Janet Louise Yellen, definita la Lady di Ferro, e’ anche  moglie del premio Nobel per l’Economia George Arthur Akerlof. La nuova presidente della Fed vanta una lunga serie di cariche presso le  maggiori istituzioni d’Oltreoceano: da capo dei consiglieri economici  della Casa Bianca nell’amministrazione Clinton (1997-99), a presidente della Federal Reserve di San Francisco (2004-10).