Amore criminale. Ancora un femminicidio a Caserta: un ex guardia giurata uccide la moglie e poi si spara

dalla Redazione
Cronaca

L’anno appena cominciato continua nel segno del femminicidio. Siamo a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. I Carabinieri, a seguito di una segnalazione, sono intervenuti nella notte in un’abitazione in via Galatina dove hanno trovato i corpi senza vita di due coniugi. Accanto all’uomo è stata trovata una pistola che, secondo i primi accertamenti dei militari dell’Arma, è stata usata dallo stesso prima per uccidere la moglie, poi per togliersi la vita. Si indaga ora per risalire al movente.

Secondo quanto emerso nelle prime ore, i corpi senza vita dei due coniugi sono stati trovati all’interno della camera da letto. Teresa Cotugno, 50 anni, è stata trovata a letto con un colpo di pistola alla testa, mentre il marito Franco Sorbo, 48 anni, era ai piedi del letto, riverso a terra, ferito a morte da un colpo di pistola alla tempia. La pistola calibro 9×21 utilizzata prima per l’omicidio e poi per il suicidio è stata trovata ai piedi dell’uomo. Non risultano denunce di stalking o maltrattamenti in famiglia. Dai primi accertamenti dei Carabinieri è emerso che Sorbo, ex guardia giurata, deteneva legalmente l’arma. I primi accertamenti confermano che si è trattato di omicidio-suicidio.