Anche la Borsa vede di buon occhio un Governo giallo-rosso. Lo spread apre in calo a 190 punti contro i 195,7 della chiusura di ieri. Anche Piazza Affari in rialzo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo spread tra Btp decennali e omologhi Bund tedeschi apre in calo a 193 punti, dopo essere sceso fino a un minimo di 190 punti, contro i 195,7 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale arretra all’1,314%, dopo aver toccato un minimo dell’1,277%. Gli investitori guardano con attenzione alla trattativa per la formazione di un nuovo Governo.

La Borsa di Milano prosegue la seduta in rialzo con il Ftse Mib che guadagna lo 0,4% a 20.898 punti. Andamento positivo per le banche, all’indomani della vigilanza della Bce sugli Npl. L’attenzione degli investitori resta sulla situazione politica dopo le consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo.

Tra gli istituti di credito marciano in rialzo Banco Bpm (+0,9%), Ubi (+0,8%), Mps (+0,7%) Intesa (+0,5%) e Unicredit (+0,2%). In positivo anche la Juve (+2%), Tim (+0,3%) ed Fca (+0,1%) mentre e’ debole Mediaset (-0,1%). Bene Trevi (+4,5%), dopo la decisione della famiglia Trevisani di prendere parte alla manovra di rafforzamento patrimoniale. In rialzo Tenaris (+0,2%) con un contratto negli Emirati Arabi da 1,9 miliardi di dollari.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA