Ancora troppi F35. Sel chiede le dimissioni della Pinotti. Nel Def non ci sarebbe il taglio promesso. Il Pd risponde: accuse strumentali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ancora polemiche sugli F35. All’attacco il partito di Sel che chiede le dimissioni del ministro della Difesa, Roberta Pinotti perché nel Def nonostante gli impegni assunti non ci sarebbe il dimezzamento previsto. “Noi pensiamo che il ministro sia inadeguato nel suo ruolo perché non ha un rapporto corretto né con il Parlamento né con il suo partito e chiediamo che si vada a un cambio altrimenti riteniamo sia necessaria una mozione parlamentare che vada in questa direzione”. Ma dal Pd accusano Sel che si tratti di accuse strumentali. “Come è noto, nel Def non si affrontano i dettagli dei programmi di investimento nel settore militare, come potrebbe essere il finanziamento degli F35″, afferma il senatore Nicola Latorre, “Quella materia è definita nel Dpp e siamo certi che, in quell’occasione, il Governo rispetterà gli orientamenti del Parlamento. Consiglierei a Sel di non alimentare sterili polemiche che hanno solo finalita’ propagandistiche”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra i 5S e il ponte

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA