Ancora un guaio per De Luca. Decade da sindaco di Salerno per incompatibilità. Conflitto di ruolo quando era viceministro ai Trasporti durante il Governo Letta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vincenzo De Luca è decaduto da sindaco di Salerno. La Corte d’Appello di Salerno lo ha dichiarato decaduto dalla carica di primo cittadino condannandolo anche al pagamento delle spese processuali. I giudici di secondo grado hanno confermato la sentenza in primo grado che il 24 gennaio 2014 aveva dichiarato sussistente la causa di incompatibilità del sindaco De Luca, dichiarandolo decaduto a norma dell’articolo 68 coma 2 D.lvo n.267/2000.  Il procedimento riguarda l’incompatibilità tra il ruolo di sindaco e quello di viceministro ai Trasporti durante il governo di Enrico Letta.

De Luca si dice soddisfatto per la sentenza, perché “stabilendo la decadenza, consente la continuità dell’attività amministrativa, evitando la nomina del Commissario e lo scioglimento del Consiglio. Questo mi lascia pienamente libero di sviluppare la mia iniziativa in vista delle primarie per la Regione Campania”. ma farà comunque ricorso.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA