Anno nuovo, crimini vecchi. Ancora un tentato femminicidio. A Rimini ex miss Romagna sfregiata con l’acido dall’ex: gravissima una 28enne

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo il caso di Messina, ancora un tentato femminicidio a Rimini. Una 28enne è stata sfregiata con l’acido dal suo ex compagno. La donna, ora ricoverata in gravissime condizioni, è stata aggredita ieri sera. L’ex fidanzato, originario di Capo Verde, è stato rintracciato questa mattina dalla polizia, che lo sta interrogando. Già in passato la donna aveva denunciato maltrattamenti da parte dell’uomo.

Secondo quanto sta emergendo in queste ore, la ragazza è ex Miss Romagna. Ora è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Bufalini di Cesena, con il rischio di perdere la vista. La giovane aveva partecipato anche al concorso di Miss Italia. La polizia ha fermato questa mattina l’ex, un 29enne originario di Capo Verde, accusato dalla stessa ragazza. Gli inquirenti stanno indagando per chiarire le responsabilità del presunto aggressore e il movente. Nei confronti dell’uomo la scorsa estate il questore di Rimini aveva emesso un provvedimento di ammonimento, dopo alcuni maltrattamenti nei confronti della ragazza.

La vicenda, peraltro, richiama alla memoria il caso di Lucia Annibali, l’avvocatessa di Pesaro sfregiata con l’acido da due sicari commissionati dal suo ex compagno Luca Varani, anche lui legale all’epoca dei fatti, iscritto al Foro di Rimini. L’episodio risale al 6 aprile 2013. Varani è stato condannato in via definitiva a 20 per tentato omicidio e stalking. 12 anni furono inflitti ai due esecutori materiali dell’attacco con acidi, gli albanesi Altistin Precetaj e Rubin Talaban.