Apertura debole per Piazza Affari (-1%). Male Saipem, Eni, Leonardo, Unicredit e Intesa. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 286 punti base

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Apertura in calo per la Borsa di Milano con l’indice Ftse Mib a -1% a 19.160 punti. Male Buzzi (-3%), Saipem (-2,55%) ed Eni (-1,44%), Leonardo (-1,53%), Unicredit (-1,4%) e Intesa (-1%). Avvio in calo per lo spread tra Btp e Bund tedeschi che si attesta a 286 punti base, tre in meno rispetto alla chiusura di ieri. A Piazza Affari si distinguono Campari (+2%), Diasorin (+0,6%), Fineco (+0,42%), Ubi Banca (+0,39%) e Banca Generali (+0,2%). Balzo di Astaldi (+6,55%). Scivolano Carige (-5,26%), Bim (-4,9%) e Zucchi (-3,45%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA