Apertura piatta per la Borsa di Milano (+0,1%). Bene Eni e Tim. Lo spread tra Btp e Bund a 272 punti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Avvio di seduta piatto per la Borsa di Milano. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib segna un +0,1% a 19.825 punti. Bene soprattutto Eni, il titolo guadagna lo 0,61% a 14,87 euro dopo aver chiuso il 2018 con un utile netto adjusted di oltre 4,5 miliardi di euro, e Tim (+5,83%). In calo Fca (-1,7%), Ferrari (-0,9%), Cnh (-0,3%), Exor (-0,4%), Pirelli (-2,4%) e Brembo (-0,4%). Male anche Astaldi (-4%), dopo la proposta avanza da Salini Impregilo (-1,3%). In rialzo anche Saipem (+1,2%), Tenaris (+0,6%) e Snam (+0,1%). In positivo le banche con Ubi (+0,9%), Banco Bpm (+0,8%) e Bper e Intesa (+0,1%). Apertura in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund a 272 punti base rispetto alla chiusura di ieri a 270. Tra le piazze finanziarie, Parigi apre con un +0,03%, Francoforte cede lo 0,48%, mentre Londra arretra dello 0,05%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA