Tragedia ad Ardea, morti un anziano e due bambini colpiti da spari in strada. A ucciderli un 34enne che si è poi tolto la vita

carabinieri
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tragedia ad Ardea, sul litorale vicino Roma, dove un anziano e due bambini, fratelli di 3 e 8 anni, sono morti dopo essere stati centrati da colpi di arma da fuoco sparati in strada. L’autore del gesto, un 34enne con problemi psichici, si è prima barricato nella sua abitazione accerchiata dalle forze speciali dei carabinieri e poi si è tolto la vita.

La sparatoria è avvenuta intorno alle 11. Dopo l’anziano, ha spiegato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, “il primo a non farcela è stato il più piccolo, poi purtroppo è mancato anche il secondo”. Gli operatori intervenuti sul posto, anche con l’elisoccorso, hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione era apparsa fin da subito compromessa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA