Arrestati due dipendenti del Tribunale di Cremona: asportavano droga e armi da guerra sequestrate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Accuse pesanti nei confronti di due dipendenti del Tribunale di Cremona che sono stati arrestati dalla polizia con le accuse di peculato e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi da guerra e comuni da sparo.

Uno degli arrestati, secondo quanto riferisce l’Ansa, è il responsabile della gestione Ufficio Corpi di Reato, l’altro un addetto alla cancelleria civile.

Dalle indagini svolte dai poliziotti della Squadra Mobile cremonese e da personale della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica, con la collaborazione anche di personale specializzato del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, è emerso che i due arrestati, in più occasioni, hanno asportato della droga sequestrata, armi e munizioni, sequestrati, abusando della loro posizione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA