Arrestato superlatitante in Calabria, indicato come uno dei più pericolosi killer della ‘Ndrangheta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gli agenti del commissariato di Gioia Tauro e della Squadra mobile di Reggio Calabria hanno arrestato Vincenzo Perri, indicato come uno dei piu’ pericolosi killer della ‘Ndrangheta calabrese. Latitante dal luglio del 2011, era ricercato per l’omicidio di Vincenzo Priolo, consumato nell’ambito di una faida tra le due potenti cosche locali. Proprio per questo era stato condannato a 18 anni con il rito abbreviato.
Perri, ritenuto legato alle famiglie Brandimarte-Perri, alleate della potente cosca dei Piromalli, è stato trovato in un rifugio nel sottoscala di un’abitazione.
(ITALPRESS).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA