Arresti in Lombardia e Campania. In manette ex assessore di Monza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

carabinieriI carabinieri del Gruppo di Monza hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 43 indagati, che devono rispondere a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine, estorsioni, usura, furti, ricettazione, riciclaggio, spendita di banconote false, detenzione illecita di sostanze stupefacenti e di armi e di reati contro la pubblica amministrazione, nonchè ad un decreto di perquisizione locale a carico di ulteriori 16 persone.

Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Monza, su richiesta della locale Procura, e sta interessando le province di Monza, Milano, Lecco, Padova, Napoli, Avellino, e Salerno. L’indagine, convenzionalmente denominata “Briantenopea”, ha consentito di fare luce sull’esistenza e l’operatività a Monza ed in Lombardia di una radicata associazione a delinquere composta, prevalentemente, da persone di origine campana di elevato spessore criminale, in contatto con esponenti dei clan camorristici del napoletano (Gionta e Mariano). Tra i destinatari della misura restrittiva in carcere figura anche Giovanni Antonicelli, già assessore all’Ambiente e Acque, con delega all’ecologia, smaltimento rifiuti, manutenzione cimiteriale, patrimonio, demanio e alloggi comunali, dell’Amministrazione comunale di Monza in carica dal 2007 al 2012.
(ITALPRESS).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gli inganni di Salvini e Renzi

Persa ogni vergogna, i Mattei sono arrivati al punto di venderci la loro cacca per cioccolata, spacciando con inarrivabile faccia tosta le rispettive disavventure giudiziarie per medaglie. Renzi la settimana scorsa ha fatto un discorso “altissimo” in Senato contro le distorsioni della magistratura politicizzata, dimenticandosi

Continua »
TV E MEDIA