Assicurare l’auto a chilometro. Ecco tutti i vantaggi della soluzione. Ideale per chi vuole risparmiare e utilizza poco l’auto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’assicurazione auto a km è la soluzione ideale per tutti quelli che usano poco la propria vettura, percorrendo nel corso dell’anno non più di 5.000 km. Il grande vantaggio offerto da questa soluzione assicurativa consiste infatti nella possibilità di dare un taglio alle spese assicurative, garantendosi un risparmio anche del 50% rispetto ai costi previsti dalle formule tradizionali. A chi fosse interessato a valutare le condizioni offerte da questa formula, consigliamo di consultare la sezione assicurazione online del comparatore SuperMoney e informarsi sulle condizioni e i costi offerti dalle principali compagnie assicurative monitorate dal portale.

Assicurazione auto a km: come funziona esattamente?

L’assicurazione auto a km è una soluzione assicurativa personalizzabile che consente di pagare una tariffa per l’RC auto proporzionale ai chilometri effettivamente percorsi durante l’anno. Per questa ragione è importante monitorare costantemente i chilometri facendo attenzione a non superare il limite stabilito dalla compagnia assicurativa. L’installazione della scatola nera, il dispositivo satellitare per il controllo dei chilometri, è quindi la prima operazione da fare quando si decide di adottare questa soluzione assicurativa.

La maggior parte delle compagnie assicurative offrono questi dispositivi in comodato d’uso e non richiedono agli automobilisti nessun costo aggiuntivo, neanche per la fase di installazione. Oltre a registrare i chilometri percorsi, installare la scatola nera significa avere maggiori possibilità per rintracciare la vettura in caso di furto ed essere individuati più facilmente dai soccorsi nello sfortunato caso di incidente stradale.

Quali condizioni occorre rispettare?

Come dicevamo, l’assicurazione auto può garantire un notevole risparmio sui costi a patto di non superare il limite stabilito per il chilometraggio. Non farlo comporta infatti il pagamento di costose penali. Alcune assicurazioni prevedono il pagamento di costi aggiuntivi anche nei caso in cui ci si tiene molto al di sotto del limite di chilometraggio stabilito, che nella maggior parte dei casi si aggira sui 5.000 km annui.

Oltre ad una stima dei chilometri che si percorreranno durante l’anno, al momento di sottoscrizione del contratto bisognerà fornire all’agenzia assicurativa anche tutte le informazioni relative al veicolo (modello, targa etc.), al tipo di uso (lavoro o tempo libero), oltre a tutte le informazioni necessarie per il calcolo del premio assicurativo (età, luogo di residenza, classe di merito dell’intestatario etc.). Trattandosi di una formula flessibile, l’assicurazione auto a km può essere integrata anche con altre garanzie.