Assolta la dieta gluten free. I prodotti senza glutine non fanno ingrassare ma non fanno dimagrire

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non fa perdere chili, non fa ingrassare e non fa male. Un’ultima ricerca sfata tutti i miti sulla dieta gluten free. Il più aggiornato studio italiano, condotto da Aic, Associazione italiana celiachia, che ha confrontato i nutrienti di prodotti con e senza glutine, passando in rassegna oltre seicento pezzi fra biscotti, merendine, fette biscottate, pane e sostituti del pane, pasta secca e mix di farine, ha messo nero su bianco tutte le caratteristiche della dieta senza glutine. Non sono state trovate differenze sostanziali in termini di calorie, grassi e zuccheri contenuti nei cibi per celiaci, rispetto ai corrispondenti normali.

La dieta senza glutine è una necessità solo per chi è celiaco. Non è una via per dimagrire, ma neppure un pericolo per i pazienti che devono seguirla. Infatti, i prodotti senza glutine sono del tutto assimilabili agli altri per calorie, grassi e zuccheri. “Gli alimenti per celiaci non devono essere demonizzati perché sono comparabili agli analoghi convenzionali di produzione industriale, né vanno inseriti nella dieta pensando che siano più salutari o perfino dimagranti: sono sostanzialmente sovrapponibili”, ha spiegato Giuseppe Di Fabio, presidente Aic. Questo significa che i prodotti fatti con questo tipo di farine  hanno le stesse proprietà nutrizionali e, se da un lato non devono essere visti come alimenti dimagranti, dall’altro possono essere per chi è celiaco la base per una dieta sana ed equilibrata. Il valore nutrizionale è in molti casi persino migliore dei prodotti “normali”.