Attacco frontale dell’Unione europea ai No Vax: “Responsabili morali per la morte di molti bambini”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I movimenti no-vax hanno la “responsabilità morale” per la morte di bambini il cui decesso è dovuto alla mancata vaccinazione e ci “riportano all’età della pietra”.

È la durissima presa di posizione di Vytenis Andriukaitis, commissario europeo alla Sanità, che durante la conferenza stampa per presentare il rapporto sullo stato della salute nell’Unione Europea ha risposto così a una domanda di un giornalista italiano sulla presenza in Italia di un forte movimento di opinione contrario ai vaccini. “Questi genitori – ha tuonato ancora Andriukaitis – dovrebbero farsi un giro nei cimiteri dove sono seppelliti i bambini morti nel diciannovesimo secolo solo perché non c’erano ancora i vaccini”. E se i genitori non lo capiscono “allora il Governo deve prendersi la responsabilità di proteggere i bambini e di assicurare il loro diritto alla vita. Quindi, tutti noi dobbiamo far sì che la gente creda ancora nella scienza, che le persone credano nei dati, basati sull’evidenza scientifica, e nella verità, piuttosto che in qualcosa che viene sostenuto da organizzazioni varie”, ha concluso Andriukaitis.

Parole che arrivano all’indomani della decisione della Corte Costituzionale che ha stabilito che ha stabilito la legittimità del decreto sui vaccini obbligatori.