Attimi di terrore a Parigi, diverse persone accoltellate alla stazione Gare du Nord. Un uomo è stato arrestato. Si indaga sul movente dell’attacco

Almeno sei persone sono state ferite durante un attacco che si è consumato alla stazione Gare du Nord a Parigi.

Attacco alla stazione ferroviaria Gare du Nord a Parigi: alcune persone sono state accoltellate. L’aggressore è stato ferito da un agente e arrestato. Si esclude che l’episodio di violenza affondi le proprie radici nel terrorismo.

Attimi di terrore a Parigi, diverse persone accoltellate alla stazione Gare du Nord. Un uomo è stato arrestato. Si indaga sul movente dell’attacco

Attacco a Parigi, diverse persone accoltellate alla stazione Gare du Nord

Almeno sono sei persone sono state accoltellate alla stazione ferroviaria Gare du Nord a Parigi. Il responsabile dell’attacco ai viaggiatori è stato fermato dalla polizia francese. Un agente non in servizio presente sul posto ha aperto il fuoco contro l’aggressore, ferendo l’uomo. Il poliziotto, poi, è stato raggiunto da alcuni colleghi in divisa che hanno arrestato il soggetto ormai neutralizzato. Al momento, si sta indagando al fine di determinare il movente dell’assalto.

Sul drammatico accaduto che ha seminato il panico a Gare du Nord, è intervenuto il ministro dell’Interno Gérald Darmanin che ha postato un messaggio su Twitter. Nel suo tweet, il ministro ha ringraziato la polizia “per la sua reazione coraggiosa ed efficace”.

Intanto, la stazione ferroviaria Gare du Nord di Parigi – sempre molto affollata, specialmente al mattino – ha continuato a funzionare e non è stata chiusa al pubblico nonostante il transito di alcuni treni sia stato bloccati. A seguito dell’evento, infatti, alcuni convogli sono arrivati o partiti in ritardo.

Un uomo è stato arrestato. Si indaga sul movente dell’assalto

Per quanto riguarda l’aggressore, dopo essere stato ferito dall’agente in servizio, il soggetto è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove sta lottando tra la vita e la morte, secondo quanto scritto dal ministro Darmanin. Il proiettile, infatti, avrebbe compito l’uomo al torace. Il ministro, poi, ha anche specificato che il responsabile dell’accaduto “non aveva documenti con sé e non è stato ancora identificato”. Non sono state, invece, confermate le indiscrezioni secondo le quali l’individuo avrebbe urlato qualcosa prima di scagliarsi contro i viaggiatori di passaggio a Gare du Nord.

A questo proposito, fonti vicine alle forze dell’ordine che si stanno occupando delle indagini hanno affermato che, sinora, non è stato individuato alcun tipo di elemento che indichi la natura terroristica dell’attacco. La pista del terrorismo, dunque, non è tra le ipotesi “privilegiate” dagli inquirenti.

Alla luce delle ricostruzioni effettuate, pare che l’arma utilizzata fosse un punteruolo. L’aggressione, invece, si è consumata alle 06:45 di mercoledì 11 gennaio. È quanto riferito da fonti di polizia.

Sul caso, la Procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per tentato omicidio che è stata affidata alla polizia giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Bloccati i conti bancari di Bolsonaro. L’ex presidente brasiliano è ricoverato negli Usa ma vuole rientrare in Brasile

Pubblicato il - Aggiornato il alle 10:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram