Balotelli punta sullo psichiatra per tornare in Serie A. Il medico di SuperMario spinge il ritorno del calciatore in Italia: è pronto alla rinascita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mino Raiola per ora non riesce a far venire l’acquolina in bocca alle squadre italiane per comprare Balotelli. Ci vuole un piano B. E ora il procuratore di SuperMario punta allo psichiatra per rilanciare un giocatore che ha ormai deluso tutte le aspettative. Michele Cucchi, direttore sanitario del Centro medico Santagostino di Milano e psichiatra di Balotelli, vuole infatti che il calciatore torni alla serie A, magari con accanto un mentore, che possa dargli un sostegno in questa fase. Delusioni sportive, qualche problema sentimentale e personale sono gli ingredienti di un periodo buio che il bomber ha trascorso, ma che ora sembra essersi lasciato finalmente alle spalle. Lo scarso interesse che finora i club italiani hanno mostrato nei suoi confronti, in periodo di calciomercato, di certo non ha contribuito al suo benessere. “Capita di confrontarci con i nostri limiti, di soffrire – dice Cucchi del calciatore -. A volte le salite sono lunghe, ma alla fine arriva la discesa”. E “la salita di Balotelli è durata molto, non è riuscito a capire che era la sua salita, la sua opportunità di crescere”. Ma ora, con “umiltà e voglia di riscatto”, è pronto a ripartire. Una rinascita che potrebbe iniziare dalla Lazio. Raiola lo ha offerto ai biancocelesti. Ma Lotito vuole aspettare l’esito dei preliminari di Champions.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA