Bambini maltrattati in un asilo nido a Roma, una maestra agli arresti domiciliari. Sospese anche due colleghe

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Bambini schiaffeggiati e maltrattati in un asilo nido comunale a Roma. Per questo una maestra è stata arrestata (è ai domiciliari) dai carabinieri, che hanno eseguito un’ordinanza della Procura della Capitale. Altre due colleghe sono state sospese per l’ipotesi di maltrattamenti aggravati.

Grazie alle intercettazioni ambientali, e all’impiego di telecamere, gli investigatori hanno scoperto che le educatrici dell’asilo, situato in zona Boccea, usavano metodi terribili nei confronti dei bimbi di età compresa tra i 12 e i 24 mesi: chi non ascoltava i richiami, veniva punito con forti urla, strattoni e addirittura schiaffi. In altri casi, poi, i bambini venivano messi nei passeggini a lungo per impedirgli il movimento.

Sul caso è intervenuto anche il Codacons: “Un episodio gravissimo per il quale i responsabili saranno ora chiamati a risarcire i danni prodotti. Offriamo assistenza legale alle famiglie dei bambini coinvolti nei casi di violenza, allo scopo di far ottenere loro il risarcimento dei danni morali e materiali subiti nei confronti non solo delle maestre responsabili, ma anche di chi aveva il compito di vigilare ed evitare simili situazioni”, ha spiegato l’associazione dei consumatori.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA