Banca Etruria, perquisizioni a tappeto in 15 società che avevano ottenuto finanziamenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Questa mattina la Guardia di Finanza è entrata in azione perquisendo una quindicina di società che avevano ricevuto finanziamenti da Banca Etruria. Il blitz delle fiamme gialle di Arezzo è scattato nei confronti di società in qualche modo riconducibili all’ex presidente di Banca Etruria, Lorenzo Rosi, ed all’ex consigliere Luciano Nataloni. La Guardia di Finanza  alla ricerca di documenti e materiale utile a ricostruire eventuali collegamenti che esistevano tra le società e la banca al momento dell’erogazione dei finanziamenti finiti nel mirino degli inquirenti. L’indagine aperta dalla procura di Arezzo fa parte di uno dei fascicoli seguenti al commissariamento della banca e al salvataggio operato per decreto dal Governo.